Home / Classificazione / Normativa

Classificazione del vino italiana ed europea

Oggi co-esistono due sistemi di classificazione del vino, uno italiano ed uno europeo, ognuno con i propri acronimi.

La classificazione italiana, introdotta con la Legge 164/1992, è stata recentemente inquadrata nel contesto normativo europeo all'interno del quale ha però mantenuto alcune specifiche menzioni originali:

  • DOCG “Denominazione di Origine Controllata e Garantita”
  • DOC “Denominazione di Origine Controllata”
  • IGT “Indicazione Geografica Tipica”

La classificazione europea, introdotta con il Regolamento CE 479/2009 e recepita in Italia con il Decreto Legislativo 61/2010, è più facile: distingue sostanzialmente due grandi categorie di vini, in base alla presenza o meno della denominazione di origine. E' così strutturata:

Vini con denominazione di origine

  • DOP “Denominazione di Origine Protetta”
  • IGP “Indicazione Geografica Protetta”

Vini senza denominazione di origine

  • “Vini varietali”
  • “Vini generici”

Dello stesso tema potrebbe interessarti...

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook
Facebook Pagelike Widget
Happy wine!