Descriviamo il vino

Bianco

Il colore è quell'elemento, chiaro nella testa dei più, anche dei principianti, che permette di distinguere in prima battuta un vino da un'altro e condiziona pesantemente la nostra scelta.

In questo caso, il bianco identifica una serie di tonalità che proprio bianche non sono, dal giallo verdolino al giallo ambrato. Non esiste una tonalità migliore delle altre, poiché ognuna è la conseguenza di una molteplicità di fattori che sono indipendenti dalla qualità: il tipo di uva, le caratteristiche del processo di vinificazione in bianco, la durata della macerazione, il tipo e la durata dell'affinamento e la conservazione. Solo i processi di ossidazione influiscono negativamente sul colore e, oltre ad un certo limite, possono risultare negativi.

Le sfumature che si possono ottenere sono quindi molteplici; durante l'analisi visiva, ne possiamo evidenziare quattro particolarmente caratteristiche e facilmente riscontrabili in commercio: giallo verdolino, giallo paglierino, giallo dorato e giallo ambrato.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook
Facebook Pagelike Widget
Happy wine!