Le categorie più riconoscibili

Floreale

Questo sentore è quasi sempre presente in tutti i vini e, per la maggiore volatilità dei suoi composti, è il primo ad essere percepito. Tra le note più comuni troviamo: acacia, biancospino, camomilla, iris, lavanda, gelsomino, rosa, violetta e gli immancabili fiori di campo.

Fruttato

Questo sentore comprende un'ampio spettro di profumi: nei vini bianchi spesso si riscontrano note di frutta fresca a polpa bianca (albicocca, mela, pera, pesca), di agrumi (limone, lime, mandarino, pompelmo) e di frutta tropicale (ananas, banana, litchi, mango, melone). Nei vini rossi invece troviamo una varietà di note che richiamano la frutta fresca a polpa rossa (ciliegie, fragola, lampone, mora, prugna, ribes), la frutta secca (noce, nocciola, mandorla), le confetture e la frutta sciroppata.

Vegetale

Questo sentore è riscontrabile in vini prodotti con uve poco mature e, se troppo aggressivo, può risultare anche spiacevole. Tra le note più comuni: profumi di campagna e di bosco (erba, fieno, fogliame, funghi, humus, muschio, resina, terra), verdure (pomodoro, peperone) ed erbe fresche (basilico, menta, timo).

Speziato

Questo sentore è tipico dei vini maturati in legno. Prestando attenzione, possiamo riscontrare note di anice, cannella, chiodi di garofano, liquirizia, noce moscata, pepe, vaniglia, zenzero.

Le categorie più particolari...

Fermentativo

Questo sentore è prevalente nei vini che sono stati molto a contatto con i lieviti, spumanti in primis: birra, burro, frumento, lievito, pane.

Vinoso

Questo sentore è prevalente nei vini molto giovani e richiama i profumi tipici della vinificazione: mosto e vinaccia.

Tostato

Questo sentore è tipico dei vini maturati in legno, legato per lo più a note di sostanze ottenute per riscaldamento o torrefazione, come cacao, caffè, cioccolato, legno bruciato, pane tostato, tabacco.

Legnoso

Questo sentore è tipico dei vini maturati in legno, strettamente legato alle note di legno fresco o secco (acacia, acero, cedro, pino, sandalo) e di legno di botte (rovere, castagno).

... e quelle più difficili

Questi sentori sono spesso individuati come un difetto e non sempre vengono apprezzati dai più. Ammettiamo pure che siano "difficili" ma, se presenti nella giusta quantità e ben amalgamanti, possono descrivere quadri olfattivi inaspettati e regalarci gradevoli sensazioni.

Animale

Questo sentore, tipicamente selvatico, si esprime con note di carne, cuoio, pellame, pelliccia secca, pelliccia bagnata, pesce, piumaggio, sudore.

Chimico

Questo sentore richiama i composti chimici, quali acetone, cera, disinfettanti, medicinali, plastica, sapone, smalto, zolfo.

Minerale

A questo sentore appartengono le note di benzina, catrame, grafite, idrocarburi, metalli, pietre e rocce.

Percorsi di vino