Niente di meglio di un vino a base di Moscato bianco per esaltare un momento di festa: aromatico, dolce, floreale e fresco, è l'ideale accompagnamento alla pasticceria, ai dessert e ai dolci natalizi.

In Piemonte hanno sapientemente declinato questa varietà d'uva e, con la denominazione Asti DOCG, l'Italia ha raggiunto la fama mondiale. Le tipologie qui riportate, Asti Spumante (più comunemente chiamato Asti) e Moscato d'Asti sono due interpretazioni che esaltano il carattere aromatico del Moscato con due processi di vinificazione differenti.

Asti Spumante DOCG è un vino spumante fatto e finito: la sua pressione interna raggiunge infatti i 4-5 bar e l'alcol svolto è compreso tra il 6% e il 9%. E' meno dolce del Moscato d'Asti, poiché il residuo zuccherino post-fermentazione è inferiore.

Moscato d'Asti DOCG è un vino frizzante, con una minor quantità di anidride carbonica disciolta: la sua pressione infatti non supera i 2,5 bar. La sua gradevole dolcezza si ottiene bloccando il processo di fermentazione; in tal modo l'alcol svolto rimane compreso tra il 5% e il 6%.

 

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook
Facebook Pagelike Widget
Happy wine!