Il vino uscito dalla fermentazione, ma soprattutto il mosto proveniente dalla pigiatura, non sono mai un liquido particolarmente attraente. A causa delle sostanze in sospensione in essi contenute risultano torbidi e facilmente instabili; ciò significa che, in determinate condizioni, sono esposti a processi di alterazione o degradazione.

La filtrazione è un trattamento efficace sia sul mosto che sul vino. Il suo utilizzo, spesso complementare alla chiarificazione o al raffreddamento, consente di intercettare ulteriori  particelle solide che sono sospese nel liquido, spingendolo attraverso dei filtri costituiti da membrane porose.

Percorsi di vino